Le Associazioni Atto Primo e AURET, con il supporto tecnico della Società Scientifica per il Principio di Precauzione e la Medicina delle 4P (www.SSPP.it), promuovono un ricorso al TAR Lazio per l’annullamento previa sospensione della Ordinanza 17/4/2020 n. Z00030 del Presidente della Regione Lazio con la quale, per inesistenti motivi contigibili e urgenti, si dispone la vaccinazione obbligatoria del Personale Sanitario e degli over 65 per l’influenza A, nonché la raccomandazione rafforzata per la vaccinazione antinfluenzale dei bambini con età compresa tra 6 mesi e 6 anni e per la vaccinazione antipneumococcica degli over 65. L’Ordinanza costituisce l’esito naturale della preconcetta disposizione vaccinatoria di Zingaretti, che già aveva nominato come consulente sanitario della Regione il prof. Walter Ricciardi, nominato intuitu personae dalla Lorenzin commissario e poi presidente dell’ISS, per agevolare la sua politica vaccinatoria basata sull’inganno degli inesistenti 200 morti di morbillo a Londra. Zingaretti ha accolto la Lorenzin, già Ministro di Forza Italia, nel PD. Il prof. Ricciardi ha dovuto abbandonare l’Istituto Superiore di Sanità quando il British Journal of Medicine rivelò che egli era stato pizzicato in conflitto di interesse non dichiarato dal Giudice che aveva archiviato la sua querela contro il Codacons, che quel conflitto d’interesse aveva segnalato insieme alle Iene (https://www.bmj.com/content/363/bmj.k5325).

Si tratta qui di una scelta politica o interessata, non scientifica, che sottopone gli anziani a un ingiusto trattamento sanitario obbligatorio e il personale sanitario ad un ricatto da parte della Regione che è il loro datore di lavoro. Per giunta per una vaccinazione, quella antinfluenzale, che appare inefficace e quantomeno inutile, se non rischiosa. Si vedano sui siti delle proponenti Associazioni e su www.SSPP.it la pubblicazione del dr. Fabio Franchi, infettivologo per 30 anni all’Ospedale di Trieste, sulla epidemia di equivoci legati all’influenza, e quella del dr. Greg G. Wolff, della Sorveglianza Sanitaria sulle Forze Armate USA, sulla maggiore suscettibilità al Coronavirus dei vaccinati all’influenza, tra il personale militare americano.
Per segnalare il proprio interesse al ricorso, se avete un domicilio nel Lazio, se siete anziani over 65, genitori preoccupati per un’altra vaccinazione obbligatoria ai vostri infanti o svolgete una professione sanitaria, firmate il seguente modulo o accedete a www.SSPP.it.

0

80 risposte

    1. È una scelta personale, perché il mio sistema immunitario è particolarmente efficiente e reagisce in maniera spropositata contro ogni violazione del mio organismo

      0
      1. E’ assurda questa opposizione anticostituzionale, non sono d’accordo con i vaccini assolutamente, soprattutto per i bambini, con i vaccini è sicuro che sviluppiamo malattie, quindi NO NON VOGLIO VACCINI

        0
      2. La ritengo una proposta assolutamente folle perché la vaccinazione antinfluenzale, oltre ad essere inutile, è una delle concause aggravanti dell’attuale pandemia.

        0
    2. È una scelta personale voglio decidere da sola se morire o vivere non deve essere un qualsiasi personaggio a togliermi la vita

      0
    3. Assolutamente no, il mio immunitario è alto , io sono unuomo libero e voglio rimanerlo decido io sulla mia salute , e nessunaltro , se c’è chi mi impone con la forza vuol dire che siamo in uno stato totalitario .

      0
        1. Liberi di scegliere così come è scritto sulla costituzione! Inoltre i vaccini non sempre danno risultati positivi, molte persone sono state rovinate a vita!!!

          0
  1. Io sono contrario all’obbligo vaccinale.
    La costituzione ci da ragione e sono stufo di queste imposizioni anticostituzionali.

    0
    1. Concordo pienamente. Mi sto impegnando per diffondere in Italia la cura del plasma contro la Covid19
      Questa cura ha fatto scendere i morti dal 16 per cento al 6 per cento fra i ricoverati a cui è stata praticata come confermato nella conferenza pubblica della Regione Lombardia ( non ricordo il nome del ricercatore dell’ ospedale di Pavia). Inoltre gli ammalati gravi guariscono in un tempo molto più breve rispetto alle altre cure. Se diffusa questa cura può rendere meno interessante il vaccino.

      0
  2. La libertà è un bene prezioso… in fatto di salute nessuno può obbligare a trattamenti contro la volontà del soggetto. In particolare i vaccini, che “dovrebbero” servire ad evitare malattie che nessuno può sapere se verranno contratte dalla persona, sono una imposizione assolutamente inaccettabile!

    0
  3. La libertà è un bene prezioso è tutelato dalla nostra Costituzione, i Padri fondatori sapevano quello che stavano facendo e sapevano anche come tutelarci . Noi chiediamo l’assoluto rispetto della Costituzione e dei diritti che essa riconosce ai suoi cittadini.
    La classe politica di questi ultimi decenni è una vergogna per questo Paese!

    0
  4. Si, nella speranza che queste piccole azioni siano vincenti, è importante agire senza aspettare che arrivino gli mericani come l ‘altra volta…

    0
  5. La libertà di scelta è un bene umano inestimabile! Soprattutto in fatto di salute deve essere data la possibilità di scegliere per il proprio bene e secondo le convinzioni personali!

    0
  6. Una decreto da brividi proposto con un metodo coercitivo, quello che è peggio da chi si dichiara di sinistra, ma certi personaggi sono solo “sinistri”; l’indignazione qui diventa rabbia. Grazie a voi per quello che state facendo.

    0
  7. È veramente vergognoso che nel 2020 ancora s’imponga sia la vaccinazione che qualunque altra cosa sanitaria con la scusa di proteggerci, la nostra costituzione, purtroppo calpestata di continuo, e non fatta rispettare dal nostro primo cittadino il Presidente della Repubblica, che è il garante della costituzione, ci dà il “diritto insindacabile” di curarci come crediamo opportuno, il resto sono solo abusi di potere, quindi nostro diritto fare tutto quello che è possibile legalmente, sperando che la vera giustizia senza manipolazione trionfi…

    0
  8. Abbiamo appena visto quanti morti sono stati causati dal vaccino antinfluenzale, che rende deboli e favorisce l’ammalarsi.
    Una persona in perfetta salute a 65 anni, che per tutta una vita si è impegnata ed ha investito soldi tempo ed energie per mantenersi in forma si deve trovare costretta ad indebolire il proprio sistema immunitario!!!ma per quale pazzo motivo?
    E i bimbi…creazioni perfette…rovinate alla nascita!!!e così i loro figli, che nn avranno anticorpi e saranno costretti ad assumere farmaci!!!
    Non esiste!!!

    0
  9. Ho aderito dall’Umbria.
    Non so se potrà pertanto esservi utile la mia firma; tuttavia lavoro in ambito sanitario e non vorrei ritrovarmi l’obbligo vaccinale perché magari quello del Lazio diventa un precedente

    0
      1. Gianfranco, possono firmare anche i non residenti per sostenere i ricorrenti, cittadini over 65 e sanitari reidenti nel Lazio, nell’azione volta ad impugnare l’ordinanza Zingaretti.

        0
  10. Mia madre, over 70, non è in grado di sostenere il vaccino…ci ha già provato un paio d’anni fa per poi pagarla salata…sono quindi preoccupata per lei, per la sua salute. Inoltre ritengo profondamente ingiusta l’imposizione di un vaccino

    0
  11. Con un linfoma di non Hojkin , al sistema immunitario , mi dovete legare su una sedia per cstringermi a farlo. Ma vi siete impazziti, nessuno mi può obbligare a fare cio cio che non voglio. È importante tutelare la salute, ma lo DECIDO IO!!!!!

    0
  12. Non dobbiamo e non possiamo permettere a nessuno di iniettarci roba senza il nostro consenso, altrimenti è una gravissima violazione.

    0
    1. Il ricorso non è stato ancora aperto. Questa è la preadesione e il sostegno ai ricorrenti, cittadini residenti nel Lazio, che impugneranno l’ordinanza.

      0
  13. Io preferisco prendermi l’influenza che vaccinarmi. Chi ha paura di essere contagiato si vaccini e, se lo crede, sarà immune dal contagio. Se qualcuno non vaccinato, me compreso, verrà contagiato, sarà per sua libera scelta. Dov’è il problema?

    0
  14. Ritengo una follia vaccinare le persone oltre 65 anni..e il personale sanitario contro l’ influenza e specialm. proporlo ai bambini…un vaccino che andrebbe rifatto ogni anno e che come tutti i vaccini indebolisce il sistema immunitario..in Inghilterra per qsto motivo consigliavano qsti vaccinati di non uscire anche qdo si poteva perché sembra aumenti la possibilità di Covid del 36%..Da qdo la sig.ra Lorenzin, ben accolta nel pd, nel 2014 ha firmato il protocollo di Washington perché l’ Italia divenisse cavia vaccinale nel mondo…portando poi i vaccini obbligatori da 4 a 10 le cose sono molto peggiorate e lo si e’ visto ora in Lombardia e nelle regioni dove si è vaccinato a tappeto…con l’ antifluenzale..cosa é successo..Il sig. Zingaretti è libero di farsi 40 vaccini..ma non di imporli agli altri..ma quello che non comprende è che le persone stanno aprendo gli occhi e in questo modo, oltre a danneggiare le persone.. perderà un’ infinità di voti…Contento lui…

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.